Top provider e web hosting:Amazon AWS, Microsoft Azure, Google e IBM con SoftLayer

web hosting

Amazon AWS, Microsoft Azure, Google IBM con SoftLayer hanno deciso di cambiare il mercato del cloud hosting previsto per il prossimo biennio.

Contro i quattro giganti si starebbero muovendo i piccoli provider che compongono l’industria hosting e che ora sono pronti a guardarsi da questi giganti come a una minaccia da cui difendersi o a cui allearsi.

I motivi delle forza di mercato che questi colossi possono assicurare sono semplici e si possono classificare in pochi punti:

  • i quattro colossi possiedono d un ottimo quantitativo di denaro pronto per essere investito;
  • alcune delle perdite previste  su alcuni fronti saranno compensate dalle opportunità di guadagno che scaturiranno da altri business profittevoli, si pensi all’e-commerce per Amazon;
  • ognuno dei quattro rincorre gli altri oligarchi nella lotta dei prezzi;
  • ogni provider che viene menzionato ha un ecosistema di partner davvero molto sviluppato e organizzato;
  • nonostante l’importanza i quattro riescono a dialogare in modo agevole anche con gli utilizzatori finali;
  • possono investire grandi somme di denaro sui clienti e sui partner per la loro formazione attraverso programmi di educazione mirati;
  • sono in grado di poter sviluppare una sorta di modello freemium, invitando i propri clienti a usare i propri servizi in modo che una volta che i dati sono sulle loro infrastrutture è decisamente raro che possano essere spostati ulteriormente.

Tutti questi aspetti rendono Amazon, Microsoft, Google e IBM dei leader nel settore del cloud hosting, mentre i listini continuano a scendere, aiutandoli ulteriormente nell’affermazione sul mercato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *