Come ottimizzare MySql?

Ottimizzare Mysql

Sicuramente ottimizzare mysql è un’operazione molto importante ma allo stesso tempo estremamente difficile da portare a termine semplicemente perché un’operazione sbagliata potrebbe in effetti creare anche notevoli danni.

Quasi tutte le compagnie scoprono prima o poi che i loro volumi di dati tendono ad aumentare in modo esponenziale e quindi i carichi di lavoro vanno ad aumentare molto velocemente cosa che potrebbe diventare molto problematico per l’infrastruttura informatica.

In questo contesto si va a parlare del comparto database e quindi le loro prestazioni come un elemento cruciale per cercare di ottimizzarlo. Si parla quindi di un’operazione che dev’essere svolto con una cadenza periodica andando a mantenere il massimo delle prestazioni di e dell’efficienza.

Come accennato in precedenza, l’ottimizzazione di un database impone una grande esperienza quindi è caldamente consigliato che chi si prenderà in carico questo compito deve avere quindi non solo conoscenze di un certo tipo ma anche esperienza reale in questo campo.

Non bisogna inoltre tenere in bassa attenzione che questo tipo di operazioni impongono un notevole numero di ore da investire in questa particolare operazione perché è molto probabile che dopo la sua esecuzione si apriranno un numero abbastanza elevato di istanze. Per concludere è necessario ricordare che è probabile che vi saranno un grande numero di istruzioni da mettere a punto.

Ciò significa che dopo aver preso in considerazione tutti i punti che sono stati accennati in precedenza sarà necessario affrontare la sfida di perfezionare l’approccio di ottimizzazione per adattarle a ciascuna di esse. Inoltre sono importanti perché nelle nostre recensioni sono disponibili una serie di opzioni che implicano i database cosa che ci fa comprendere meglio l’importanza di ottimizzare MySql.

Ottimizzare MySql: quali sono i rischi per l’amministrazione

Bisogna prendere in grande attenzione l’amministrazione dei database MySql. Se si decide di non prestare la dovuta attenzione a questa operazione i problemi potrebbero essere tali da causare il blocco del funzionamento senza alcun preavviso andando a creare seri problemi per tutte le applicazioni che sono collegati a loro fino a riscuotere seri problemi per la stessa attività.

Ottimizzare MySql rappresenta una

Molto spesso i maggiori problemi per ciò che concerne l’operazione che porta ad ottimizzare MySql sorgono da errori comuni se non banali. Non di rado ci si trova di fronte a problemi quasi impercettibili nella configurazione, si deve quindi avere la massima precisione quando ci si trova ad affrontare questo argomento è necessario fare molta attenzione in modo da non compiere errori.

Andando infatti ad eliminare questi errori sarà possibile rendere il server MySql stabile, coerente e con una velocità di esecuzione ottimale in modo da non avere problemi in futuro.

L’ottimizzazione MySql rappresenta quindi un bisogno impellente per mettere in salvo tutti i propri dati.

Perché ottimizzare il proprio database?

L’ottimizzazione del database è molto utile per rilevare i colli di bottiglia andando così ad eliminare gli elementi che possono andare a creare i problemi in fase di esecuzione. Ma migliorare il database significa anche andare a determinare quali sono le query più pesanti in termini di risorse andando quindi ad identificarle e rendendo più facile la sua identificazione.

Quando si parla di database l’unico elemento che deve essere preso in considerazione è la velocità infatti può essere considerata una vera e propria necessità perché le operazioni devono essere eseguite il più velocemente possibile per poter ottenere il massimo dalla propria infrastruttura informatica.

C’è sono un elemento che deve essere preso in considerazione

L’elemento chiave di questa operazione è la profilazione del carico di lavoro andando a creare una tabella di tutte le attività che vengono ordinate in base al loro tempo di risposta in ordine decrescente offrendo quindi una visibilità immediata e molto approfondita di tutte le attività che impiegano grandi risorse in termini di tempo e denaro.

Inoltre questo strumento è in grado di raggruppare tutte le query simili aiutando a controllare le query che vengono adoperate più spesso dividendole tra veloci e lente.

Quali sono le risorse chiave per ottimizzare mysql?

Vi sono alcuni elementi che devono essere presi con la massima attenzione perché i database per funzionare si basano su alcune risorse chiave. Queste sono la memoria, il processore, il disco rigido e naturalmente la rete. Ognuno di questi potrebbe essere fondamentale un possibile punto debole nel sistema.

Se uno di questi infatti non funziona a dovere a causa di sovraccarichi, malfunzionamenti dell’hardware e problemi di incoerenza si potrebbe andare verso a malfunzionamenti anche abbastanza gravi.

L’ottimizzazione del database MySql comincia proprio dalla comprensione di queste risorse mediante due differenti modalità operative:

  • la scelta del migliore hardware presente sul mercato per poi installarlo nel computer;
  • comprendere bene il loro funzionamento e procedere nel migliore dei modi possibili andando a facilitare tutte le pratiche per la risoluzione dei problemi con successo.

Come si può comprendere bene l’hardware assume un ruolo estremamente importante. Il controllo e la messa a punto di tutti i componenti e del sistema non riuscirà mai in alcun modo a compensare a componenti difettosi o non di ottima qualità.

Si deve quindi tenere presente che si deve sempre scegliere dei componenti in grado di offrire delle prestazioni molto importanti in modo da poter garantire il massimo delle prestazioni anche nei periodi di grande carico di lavoro.

Uno degli errori principali che alcune compagnie compiono è quello di acquistare server con CPU e dischi rigidi anche molto potenti ma che non posseggono delle doti di memoria. In realtà si va a parlare di un esborso di denaro anche abbastanza basso.

Come funziona il database MySql in base all’hardware del server

Prima di tutto è necessario precisare una cosa rispetto al paragrafo precedente: nessuno ha detto che la CPU non sia un elemento importante anzi è necessario tenere presente che una CPU potente rende il server decisamente più potente poiché tutte le query vengono eseguite una per una in un singolo thread.

Ma ciò significa che una buona pratica è quella di tenere tutti gli aspetti del server come il controllo di utilizzo delle prestazioni della CPU, del disco, della memoria e della rete.

Nel caso in cui si dovessero notare problemi è necessario capirne pienamente le cause se si parla di malfunzionamenti reali oppure di sovraccarichi di lavoro. Questa distinzione potrebbe essere molto importante perché in base alle differenti problematiche si ha la necessità di interventi differenti.

La raccolta dei dati per avere sotto controllo tutti gli aspetti del server

La raccolta e l’analisi dei dati rappresenta un punto molto importante per comprendere al meglio come funziona il server perché in questo modo è possibile trovare e correggere tutte le problematiche dell’infrastruttura. Ottimizzare MySql è un’operazione che richiederà del tempo per completare l’operazione e mediante lo studio dei dati raccolti sarà possibile comprendere in modo più approfondito il tempo di esecuzione.

Qual è il miglior hardware per ottimizzare MySql

Come ormai abbiamo imparato a conoscere, i database MySql sono degli strumenti molto potenti tanto sempre più applicazioni sono basate su questo tipo di strumento anche se, come abbiamo potuto ampiamente vedere, portano ad una serie di rallentamenti se il sistema non è pienamente supportato.

In precedenza abbiamo preso in considerazione come l’hardware può portare al successo o all’insuccesso della propria attività. È però consigliabile entrare in modo più approfondito nell’argomento.

In primo luogo è sempre consigliabile adoperare un RAID avanzato quindi è bene evitare il RAID5 perché il checksum sufficiente per garantire l’integrità dell’infrastruttura può essere decisamente oneroso in termini di costi.

È quindi opportuno scegliere un RAID avanzato come un RAID 10 o superiore. Installare InnoDB, argomento che verrà approfondito in seguito, rappresenta una buona opportunità per ottimizzare MySql. Una buona idea è quella di separare il sistema operativo dalle partizioni dati non solo logicamente ma anche fisicamente.

Ottimizzare Mysql 3

Questo perché le operazioni di scrittura e lettura del sistema operativo, che già di per sé stesse impiegano una grande quantità di risorse andando quindi ad impattare anche sul funzionamento del database. Ma facendo un passo in più è consigliabile creare una partizione della memoria temporanea ed i log replicati.

Parlando dei dischi è sempre consigliabile averne a disposizione una serie di questi componenti in modo da poter rendere il sistema decisamente più potente e veloce anche se dipende sempre dal tipo di prodotto acquistato tenendo comunque presente che il SAS rappresenta una valida opportunità per rendere la propria struttura abbastanza performante.

Sicuramente il filesystem XFS rappresenta un’ottima opportunità perché risulta essere decisamente più veloce rispetto al ext3 inoltre ha un vasto numero per il journaling e non si va soprattutto incontro al doppio buffering con MySql. Un altro elemento importante è l’infrastruttura del sistema operativo che dovrebbe essere a 64 bit perché c’è più memoria a disposizione.

Naturalmente è necessario eliminare tutti i processi ed i demoni non utilizzati. È inoltre consigliabile non forzare la chiusura di un processo MySql perché così facendo si rischierà la corruzione del database andando a rallentare l’esecuzione del sistema.

InnoDB: il migliore motore di salvataggio per MySql

InnoDB rappresenta uno strumento molto importante per coloro che vogliono avere dei database sempre molto reattivi. Il fattore che rende questo strumento assolutamente ottimo per MySql anche perché entrambi sono di proprietà di Oracle. Le query create con questo motore vengono allocate all’interno dei TABLESPACE. Questi sono i punti di forza di InnoDB:

  • la presenza di InnoDB crash recovery permette di salvare il backup del lavoro;
  • Se si suddividono i dati correlati in tabelle diverse, è possibile impostare chiavi esterne che impongono l’integrità referenziale;
  • nel caso in cui i dati dovessero essere corrotti a causa di hardware rovinato il checksum avverte quando vi sono dei dati non sono coerenti;
  • Quando si progetta un database con colonne chiave primaria appropriate per ogni tabella, le operazioni che coinvolgono tali colonne vengono ottimizzate automaticamente;
  • è possibile monitorare i dettagli delle prestazioni del motore di archiviazione eseguendo una query sulle tabelle dello schema delle prestazioni;
  • è possibile combinare tabelle InnoDB con tabelle di altri motori di archiviazione MySQL, anche all’interno della stessa istruzione;
  • InnoDB è stato progettato per l’efficienza della CPU e le massime prestazioni durante l’elaborazione di grandi volumi di dati;
  • le tabelle InnoDB possono gestire grandi quantità di dati, anche su sistemi operativi in cui la dimensione del file è limitata a 2 GB.

Configurazione di MySql

Configurare questo database in ottica performante è molto importante perché permette di ottenere delle prestazioni molto elevate. È importante adoperare innodb_flush_method=O_DIRECT in modo da evitare il doppio buffer durante la scrittura. È necessario evitare come accennato in precedenza il file system EXT3 per non rallentare il sistema.

È inoltre caldamente consigliabile non rendere l’innodb_log_file_size di grandi dimensioni perché in questo caso è le operazioni potrebbero risultare decisamente più lente. Se le query risultano essere ripetitive è bene adoperare la cache anche se in questo caso è possibile che vi saranno dei rallentamenti.

Un altro elemento da non tenere in bassa considerazione se si vuole ottimizzare MySql è quella di avere un’area di test. Mediante questa scelta sarà possibile testare nuove opportunità o eseguire delle nuove operazioni senza rischiare di compromettere la stabilità del sistema.

È possibile facilmente riavviare il sistema anche varie volte senza andare a compromettere il lavoro del server.

Ottimizzare Mysql Server

Ottimizzazione delle query MySql

Dopo aver parlato di hardware e di trucchi per ottimizzare MySql decisamente più performante rispetto a prima e soprattutto cercare di mantenere sempre il sistema in ordine ed in ottimo stato di conservazione.

Ottimizzare Mysql 2

Parlando di ottimizzazione delle query MySql è sempre importante tenere presente la possibilità di indicizzare i predicati nelle clausole WHERE, JOIN, ORDER BY e GROUP BY. Questo perché le piattaforme di ecommerce dà molta importanza rispetto a questo tipo di indicizzazione facendone aumentare le prestazioni del database.

Ottimizzare MySql può essere molto importante anche perché un’indicizzazione non effettuata correttamente può causare delle scansioni delle tabelle che portano alla fine a problemi di blocco del sistema e malfunzionamenti di vario tipo. Un altro errore che potrebbe essere commesso è quello dell’uso del carattere “%”.

Rappresenta un problema perché porta il server ad effettuare una scansione completa della tabella rendendo molti rallentamenti con conseguenti limitazioni delle prestazioni. Una scelta molto utile per ottimizzare MySql è quella di evitare colonne non strettamente necessarie nella clausola SELECT.

Ottimizzare Mysql 1

È importante inoltre adoperare DISTINCT e UNION solo se necessario questo perché questi due operatori adoperati senza un adeguato controllo possono creare dei problemi abbastanza seri se si decide di ottimizzare MySql nella velocità dell’intera infrastruttura.

Come eseguire il backup ed il ripristino del database MySql su sistema operativo Linux

Un metodo semplice e facile per creare backup per riuscire ad ottimizzare MySQL anche dopo un evento catastrofico è possibile utilizzare il comando mysqldump. Questo comando creerà un semplice file .sql di un database esistente, che può quindi essere ripristinato in qualsiasi altro database MySQL vuoto.

Questo articolo funzionerà per qualsiasi distribuzione Linux che esegue MySQL.

Eseguire il backup del database utilizzando il seguente comando:

mysqldump -u [nome utente] –p [password] [nome_database]> [dump_file.sql]

I parametri di detto comando sono i seguenti:

[nome utente] – Un nome utente MySQL valido.

[password] – Una password MySQL valida per l’utente. [database_name] – Un nome database valido di cui si desidera eseguire il backup.

[dump_file.sql] – Il nome del file di dump di backup che si desidera generare.

Conclusioni

Vi sono una serie di operazioni per ottimizzare MySql che devono essere messe a punto per rendere la propria infrastruttura informatica sempre reattiva e con la possibilità di migliorare il database MySql.

Questo elemento è molto importante tenendo presente che tutte le operazioni si basano sui database quindi mantenere in buona salute la propria attività Questo è quindi un costo server che deve essere messo in conto per ottenere un ottimo risultato se si decide di ottimizzare MySql.

Naturalmente le operazioni per ottimizzare MySql è sconsigliato che persone alle prime armi decidano di effettuare questi cambiamenti perché un minimo errore si potrebbe trasformare in un evento catastrofico dal quale difficilmente ci si potrebbe riprendere .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *