data center

Le offerte più competitive in italia per la server colocation

Il servizio di colocation o housing, è destinato a tutti gli addetti ai lavori, che vogliono rimanere proprietari della macchina, ma vogliono anche avvalersi di un soggetto esterno che ospiti l’hardware e ne garantisce le massime prestazioni. Il proprietario in pratica prende in affitto uno spazio all’interno di un armadio, detto rack, ospitato in un data center, dove vi è il perfetto mix di tecnologia e controllo che assicura a tute le macchine la gestione ottimale, sia in termini di elettricità sia di affidabilità della rete.

In Italia ci sono diverse aziende che mettono a disposizione le proprie infrastrutture, ognuna con le proprie peculiarità e i propri limiti. La scelta del partner è fondamentale in quanto, anche se la macchina rimane di nostra proprietà, stiamo comunque mettendo i nostri siti in mano ad un soggetto estraneo.

Aruba: il più grande data center italiano

Aruba ha da poco inaugurato il Global Cloud Data Center, che con 200.000 m² è il più grande d’Italia. Nel campus ci sono 90.000  m² destinati a data center con massimi livelli di sicurezza logica e fisica con vigilanza armata 24/7/365 e 7 diversi perimetri di controllo. Ci sono 90 MW di potenza, con tanto di produzione di energia idroelettrica e fotovoltaica, generatori di emergenza ridondati con autonomia di 48 ore.

Tra le offerte principali:

Standard: offre spazi dedicati da ¼ di rack a interi armadi, con potenza elettrica personalizzabile e soluzioni managed.

Private Cage: un prodotto personalizzabile che mette a disposizione una porzione della sala dati separata dal resto della sala tramite una barriera metallica, il cui accesso è consentito esclusivamente al cliente, particolarmente adatta alla aziende con elevati standard di sicurezza. Inoltre: rack chiusi da serratura, potenza su misura, chiave o badge a uso privato.
Private Data Center Suite: la soluzione che offre una sala per ogni cliente, accessibile solo ed esclusivamente da esso. La superficie disponibile ospita fino a 360 rack con potenza da 1 MW a 1,5 MW.
Data Center Dedicato: con questa opzione Aruba mette a disposizione il proprio team per progettare un’intera infrastruttura da zero. Al cliente vengono proposte le massime soluzioni sia di potenza che di sicurezza. Si possono scegliere il numero e la superficie delle sale dati e una potenza fino a 90 MW.

IT.NET: sul mercato da oltre 20 anni

Con un portfolio di 3000 clienti, IT.NET dispone di tre data center (Milano Ortles, Milano Rozzano e Roma Tor Cervara) per un totale di oltre 2300 metri quadrati interconnessi in fibra ottica. ItaliaOnline con i suoi portali Libero e Virgilio si affidano proprio a IT.NET per i propri progetti. Il centro di Milano Ortles ha una potenza di 300 KW, un tempo di autonomia UPS maggiore di 30 minuti e una rete da da 8 Gb/s ridondati a cui si aggiungono 14 Gb/s ridondati per le soluzioni cloud. Milano Rozzano ha ben 600 KW di potenza e 2 Gb/s ridondati, mentre nei 600 mq di Roma troviamo 650 KW di potenza, 30 minuti di autonomia e connettività di 10 GB/s ridondanti.

IT.NET è collegato direttamente ai backbone Wind e Telecom Italia e, come si legge dai loro dati, la connessione vanta performance di 20 ms di roundtrip in Italia. In ogni pacchetto è previsto il monitoraggio in remoto della PDU che può essere configurato a seconda del progetto: indirizzi IP extra, creazione di VPN tra macchine dislocate in diversi data center, bakcup, storage, HW assurance per interventi hardware da parte degli stessi addetti di IT.NET. Inoltre il servizio assistenza è attivo 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

In ambito sicurezza ogni cliente può decidere se affidarsi ad uno dei firewall Cisco o Juniper, oppure richiedere una configurazione personalizzata basata sulla linea Cisco. Il backup ha dei blocchi dedicati da 50 GB, con 1 intervento di restore all’anno; lo storico viene mantenuto per 15 giorni. Anche qui per richiedere un pacchetto su misura basta rivolgersi al servizio clienti.

Le tre offerte principali sono:

  • Shelf: può ospitare fino a 6 RU con un consumo elettrico incluso fino a 1.7 KW/h
  • Rack da 16 Amp: su armadio da 19″ con 48 RU e consumo elttrico fino a 3.2 KW/h
  • High Density Rack da 32 Amp: su armadio da 19″e consumo elettrico fino a 5.88 KW/h

Server colocation di Seeweb

Seeweb ha 4 data center collegati tra loro in modo ridondato, due ospitati nel MIX di Milano e due a Frosinone. Nei centri di Milano ci sono ben 700 mq di superficie dedicati alla colocation e 250 mq ai servizi di cloud computing; a Frosinone invece vanta una superficie di 1000 mq dedicati ad entrambi i servizi.

Il provider ha 2 collegamenti da 1 Gbps con il Namex di Roma, 3 collegamenti da 1 Gbps con il MIX di Milano, 1 collegamento da 1 Gbps con il AmsIX di Amsterdam e 1 collegamento da 100 Mbps con il Minap di Milano.

L’offerta base di Seeweb propone un piano Shelf da 13 RU con potenza da 500 W fino a 1500 W. Include il firewall condiviso, un sistema di backup personalizzabile e un solo accesso mensile al centro. Ci sono anche dei pacchetti per estendere la possibilità di accesso fino a 24h/7gg.

Altre offerte sono la Rack da 42 RU con potenza da 1500 W a 7000 W (estensione a pagamento) e quella Cage con moduli minimi da 8 mq.

Seeweb ha un costo fisso per la banda indipendentemente dall’effettivo utilizzo. La velocità della porta IP e dela banda è fino a 1 Gb/s.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *