I migliori trucchi SEO per migliorare l’indicizzazione

Trucchi SEO

Dopo aver acquistato un piano hosting, come quelli professionali WordPress di SupportHost, e dopo aver pubblicato tutti i contenuti, è fondamentale dedicarsi all’ottimizzazione SEO affinché il sito venga trovato e visitato dagli utenti di tutto il mondo. Infatti, un buon progetto web che non si trova facilmente sui motori di ricerca e che registra pochissime visite, equivale nella pratica a non averlo.

Chi fa SEO a livello professionale analizza e studia continuamente i motori di ricerca e i metodi di indicizzazione, che permettono al sito web di raggiungere le prime posizioni nei risultati. In questa guida vediamo però alcuni trucchi che anche i meno esperti possono applicare al proprio sito.

Google Adwords Keyword Planner

Utilizza lo strumento Keyword Planner di Google Adwords per trovare le keyword (o parole chiave) da utilizzare nei tuoi contenuti.

Title URL Metadescriptiontag Title

Il tag Title è quel link, solitamente di colore blu, mostrato da Google nella prima riga dei risultati. Qui va scritto un titolo significativo che, oltre a contenere la parola chiave, permette all’utente di capire il contenuto della pagina. Il titolo deve essere breve, attraente e comprensibile.

URL SEO-friendly

La scelta dell’URL è fondamentale per l’indicizzazione e deve essere quanto più possibile SEO-friendly, ovvero deve contenere la parola chiave ed avere un senso logico che sintetizzi il contenuto.

tag Metadescription

La Metadescription è la parte di testo, sotto al titolo e al link, che si trova nei risultati di ricerca. Oltre ad includere la parola chiave, deve riassumere brevemente il contenuto della pagina e serve per stimolare l’utente a cliccare sul vostro sito piuttosto che quello sopra o sotto. I SEO specialist più seguiti consigliano di scrivere una Metadescription di 137 caratteri, massimo 140.

Metodo di scrittura

I motori di ricerca come Google, sono talmente intelligenti che analizzano anche lo stile di scrittura di post e pagine, per stabilire il posizionamento. Scrivere per i lettori e non per i motori di ricerca è la scelta giusta. Usa un linguaggio semplice, formatta i contenuti e integrali con immagini o media. Utilizza sempre i titoli H2 e sottotitoli H3 e H4 nei post per dare ordine al testo e individuare immediatamente gli argomenti; dove possibile inserisci la parola chiave. L’utilizzo di titoli e sottotitoli è fondamentale anche per i motori di ricerca che riescono a catalogare meglio il contenuto.

Utilizzo dei media

Per incentivare il lettore a scorrere il tuo post o la tua pagina ricorri all’utilizzo dei media. Utilizza foto accattivanti, video e infografiche tra i paragrafi per consentire una pausa al lettore ed aiutarlo a non perdere la concentrazione. Le immagini verranno indicizzate anche per chi farà una ricerca immagini.

tag ALT per le immagini

Ricorda di scrivere sempre il titolo e il testo alternativo (tag Alt) per le immagini che inserisci nei post  e nelle pagine. L’algoritmo dei motori di ricerca penalizza moltissimo i siti che non presentano queste informazioni nascoste.

Densità della parola chiave

Probabilmente avrai già sentito parlare di densità della parola chiave, o Keyword density. Si tratta di un numero, in percentuale, che misura quante volte la parola chiave è presente nel testo. Un buon obiettivo è di raggiungere un valore del 2% o 3%, ma attenzione a non esagerare e rendere illeggibile il testo. Inserisci la parola chiave soprattutto nella parte iniziale e finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *