Affiliate marketing: cos’è e come può farti guadagnare

Cos E Affiliate Marketing

Cos’è l’affiliate marketing? Sicuramente molto spesso ti sarai chiesto perché questo canale è così amato ed utilizzato. È importante ricordare che questo strumento riesce a portare ad importanti guadagni anche se è necessario tenere presente che vi sono una serie di complessità da tenere in grande attenzione in modo da non creare problemi.

Vediamo quali sono i punti essenziali che devono essere seguiti per ottenere dei risultati positivi:

  • pensa prima di agire. È necessario comprendere l’importanza della propria campagna quindi bisogna stabilire con molta attenzione gli obiettivi;
  • documentarsi è sicuramente il secondo passo per una campagna di successo;
  • definire alla fine la migliore campagna per le proprie esigenze in modo tale da poter ottenere il migliore risultato possibile.
    È anche per questo motivo che sempre più persone sono interessate alla definizione di affiliate marketing quindi come funziona l’affiliate marketing e come guadagnare con le piattaforme di affiliate marketing.

Affiliate marketing definizione: conosci la tua attività prima di procedere

Questo metodo di marketing è molto importante perché rappresenta un ottimo modo per ottenere dei guadagni anche molto importante. È necessario però comprendere che alla base di questo prodotto c’è l’accordo di tipo commerciale tra il sito affiliato che ha il compito non solo di promuovere ma anche di vendere i servizi ed i prodotti che vengono proposti dal venditore o produttore.

In cambio di questo tipo di lavoro viene riconosciuto all’affiliato una percentuale sulle vendite o sui contratti chiusi. Quasi sempre tutto accade in modo automatizzato mediante l’uso di piattaforme create ad hoc. Mediante l’uso di questi strumenti è possibile tenere sotto controllo l’andamento dei propri affari perché alla fine questo è il modo più semplice e veloce di tracciare da una parte la vendita dei prodotti dall’altra avere sempre sotto controllo i propri guadagni.

Affiliate marketing aziende: quali sono le motivazioni che spingono le piattaforme online verso questo strumento?

Molto spesso questo strumento viene adoperato per migliorare la penetrazione del proprio marchio o dei propri prodotti nel mercato. Andando a parlare in termini più semplici da “digerire” si può affermare che un programma di affiliazione può essere considerato come una vera e propria rete vendita nel quale i vari siti che vi accedono sono remunerati in proporzione alle vendite che riescono a portare.

Naturalmente il successo di una campagna è direttamente proporzionale al traffico che il sito riesce a generare ed è per questo motivo che molto spesso i committenti tendono a favorire È necessario comunque scegliere con molta attenzione quali prodotti o servizi scegliere perché non tutti si comportano sul mercato allo stesso modo.

Scegliere la migliore opportunità in base al proprio pubblico

Individuare il pubblico d’appartenenza è un passo molto importante quando si decide di trasmettere un messaggio, prendere in bassa attenzione questo aspetto non può che portare ad un vero e proprio fallimento di tutta l’operazione. È necessario tenere presente che portare avanti una campagna di marketing per un pubblico non adeguato avrà un basso livello di successo.

Ogni categoria merceologica ha una determinata utenza quindi è necessario comprendere qual’è ed agire di conseguenza. Di norma quindi i siti più apprezzati sono i blog di settore ed i siti verticali che trattano argomenti di nicchia o comunque fortemente tipicizzati. Si va quindi a parlare di portali per l’aggregazione delle informazioni, i blog di recensioni e molti altri che possono essere interessanti per i merchant.

Affiliate Marketing

Scopriamo le varie caratteristiche del rapporto di affiliazione

Vi sono una serie di elementi che vanno a determinare le caratteristiche del rapporto tra affiliato ed inserzionista e vanno a determinare i guadagni che verranno prodotti dall’affiliazione. Sebbene possano sembrare delle sigle poco comprensibile è necessario comprendere bene cosa significano in modo tale da poter comprendere con assoluta certezza cosa significano. Vediamo quindi uno per uno tutti gli elementi:

CPA : cost per action – dipende direttamente dal carrello ed è espresso in percentuale;

CPL : cost per link – è rappresentato da un fissa;

CPM: cost per mille impression – vengono premiati più che altro i siti che riescono ad attirare un grande numero di utenti;

CPC: cost per click – in questo caso il guadagno si ottiene con il meccanismo del click che porta sul sito obiettivo.

Il rapporto di affiliazione rende entrambe le parti in un rapporto di stretta interdipendenza perché da una parte il publisher ha lo scopo di mettere in condivisione la pubblicità ma soprattutto fare in modo che quanti più utenti del sito decidano di cliccare sul banner mentre l’inserzionista avrà raggiunto il suo scopo se la pubblicità riuscirà ad attirare sul proprio prodotto o negozio online l’attenzione degli utenti. Naturalmente una percentuale dei guadagni derivanti dall’operazione devono essere corrisposti alla piattaforma di affiliazione.

Piattaforma di affiliazione: qual è la sua parte nell’affiliate marketing?

Come accennato in precedenza, gli intermediari ovvero la piattaforma di affiliazione ha un ruolo fondamentale in questo rapporto poiché hanno il compito di mettere in comunicazione l’inserzionisti con gli affiliati.

Affiliate Marketing Content

Di norma la percentuale della piattaforma è del 30% anche se si deve tenere presente che questa percentuale può variare fino ad un minimo del 5%, una percentuale così bassa viene offerta nei pochissimi casi in cui l’affiliato è in grado di muovere molte migliaia di utenti. Ciò significa che il numero di impressioni che vengono generate sono molto utili anche per abbassare le percentuali che vengono richieste dalla piattaforma.

Come guadagnare con l’affiliate marketing?

Questa è una domanda cardine perché va ad interessare un grande numero di utenti della rete che vorrebbero veder messe a frutto le proprie conoscenze o la propria attività. Vi sono molte operazioni che possono portare il proprio sito ad essere molto frequentato e quindi genererà più guadagni.

Un consiglio è che non bisogna pensare ai guadagni ma a trasmettere conoscenze ad un pubblico decisamente vasto. Per far ciò è consigliabile parlare di qualcosa che si conosce e si ama perché in questo caso sarà possibile fornire un servizio di ottimo livello ed il lavoro, che come vedremo tra poco è abbastanza elevato, sarà meno pesante. Vi sono quindi le regole per il successo che dovrebbero essere seguite in modo da non commettere tutti quegli sbagli che prima o poi provocheranno cortocircuiti così gravi da inficiare l’operazione dalle base.

Naturalmente in ogni momento è possibile correre ai ripari ma è evidente che se tutto parte bene sarà possibile creare un successo sempre maggiore per la propria iniziativa.

Le fondamenta di un blog è la nicchia, scegli quella giusta ed avrai successo

Qual è la nicchia giusta? Questa è una domanda da porsi sempre in modo tale da non rischiare di imbattersi in una concorrenza decisamente aggressiva o scegliere un argomento che non rientra tra i propri interessi. Se infatti ami un argomento ma decidi di fare un blog che tratta di un tema che non ti interessa o addirittura ti risulta ostico sarà molto più complicato creare dei contenuti.

Questa problematica è abbastanza seria perché si va a parlare di creare una grande mole di elementi poiché gli utenti per scegliere il tuo sito devono essere invogliati ad accedervi e restate il più possibile. Ma è necessario anche chiedersi se nella nicchia scelta c’è un’eccessiva presenza di competitori perché in quel caso sarà necessario fare molta più fatica per cominciare a guadagnare con le affiliazioni.

Altro punto importante è il reale interesse del pubblico verso la nicchia scelta in modo da poter attirare un importante traffico verso il proprio. In sostanza si deve tenere presente che se si decide di competere con un grande numero di siti ci si può fermare ad un settore ma se si vuole avere la possibilità di posizionarsi con una facilità maggiore è possibile cercare una nicchia specifica che abbia una minore concorrenza.

Concorrenza della parola chiave: come cercare le migliori?

Come faccio a conoscere la concorrenza per una specifica parola chiave? Esistono molti software online che possono essere molto utili per tale scopo ma è comunque necessario tenere presente che molti di questi sono a pagamento. Un prodotto molto interessante in questo settore è Ubersuggest che riesce ad analizzare le keyword andando a determinare quelle che sono le più convenienti in termini di difficoltà seo. Conosciamo quindi meglio la nomenclatura dei nomi in modo da poter operare con il massimo risultato:

  • Trend: indica in dato periodo di tempo quanto l’argomento è stato cercato sui motori di ricerca nell’arco di dodici mesi;
  • Volume: determina il numero di ricerche in un mese;
  • CPC: il costo per click che di solito Google si fa pagare per far inserire l’annuncio nei risultati delle ricerche;
  • PD: Paid Difficulty che determina quanto è competitiva una key nella ricerca a pagamento;
  • SD: Seo Difficulty determina invece quanto è competitiva la key nella ricerca organica.

Per PD e SD quanto più è basso il loro valore tanto è più facile il posizionamento.

Affiliate Marketing Seo

Caso di studio: abbiamo l’intenzione di creare un sito su Star Trek ma quali sono le parole chiave che possono essere più utili per il nostro nuovo sito? Abbiamo fatto quindi una ricerca su Ubersuggest ed immettendo la parola chiave della celebre serie tv abbiamo trovato star trek the next generation.

Affiliate Marketing Keywords

Questa è la migliore per un sito appena nato perché ci ritroviamo con un PD 1 ed un SD 7. Si sta parlando di una nicchia specifica quindi il Trend ed il Volume non è tantissimo anche se abbastanza interessante arrivando ad un volume di 5400 con un CPC di soli 14 centesimi quindi non c’è molta concorrenza nemmeno per gli annunci di Google. Ciò significa che sarà abbastanza facile posizionare al meglio il sito.

Affiliate Marketing Keyword Volume

Inoltre la serie tv che abbiamo scelto è praticamente intramontabile per chi ama il genere sci-fi quindi si ha anche il bonus del evergreen content.

La competizione è importante ma cosa bisogna fare se non ce n’è?

Come accennato in precedenza cerchiamo le nicchie che sono ancora vergini in modo da poter entrare accedere alle prime posizioni nelle ricerche di Google e nel nostro esperimento abbiamo visto come star trek next generation è un’ottima chiave perché non c’è molta competizione quindi è possibile avere un buon successo. La cosa che dovete fare è diffidare dalle key che non posseggono competizione.

Questo potrebbe non essere un vantaggio ma potrebbe nascondere dei problemi che andrebbero a creare dei risvolti molto gravi. La mancanza di concorrenza potrebbe significare che non la nicchia non è economicamente rilevante oppure che non c’è molto pubblico. È molto importante quindi diffidare da una key che non abbia competitor.

Ma è inoltre interessante tenere in grande attenzione che gli altri siti che dovrebbero competere potrebbero trasformarsi in validi alleati per migliorare l’andamento di entrambi i siti.

Cosa inserire nel proprio blog?

È importante decidere cosa inserire nel proprio sito perché questo sarà necessario poter interessare gli utenti il più a lungo possibile. Per far ciò è possibile rivolgersi verso i contenuti evergreen, oppure sempreverdi in italiano, che, come spiega lo stesso nome riesce ad essere sempre interessante. Per questo motivo molto spesso vengono inseriti elementi come le recensioni e le guide.

In questo modo anche dopo qualche mese, se ben posizionato, riuscirà a produrre visite quindi, si spera, anche i guadagni. Se invece si parla di notizie sarà importante un continuo aggiornamento perché massimo entro quarantotto ore perderanno quasi tutto il loro interesse. È necessario quindi decidere cosa inserire riuscendo comunque a mantenere i contenuti di un certo livello. Quindi vediamo nello specifico quali sono gli argomenti più importanti da trattare:

  • risorse gratuite come libri, musica, video e software. È necessario se si parla di musica e software fare attenzione a non infrangere i copyright per il primo prodotto e che non vi siano virus informatici per il secondo;
  • problemi e domande che possono essere rilevanti per il pubblico;
  • schede prodotti che mostrino le caratteristiche di un determinato oggetto;
  • proporre degli argomenti che parlano di problematiche di ogni giorno.

Creare il sito necessario per far partire la propria attività

Affiliate Marketing Infografica

In buona sostanza è possibile decidere se creare un sito statico con una serie di contenuti collegati al prodotto dell’inserzionista oppure un blog. Nel primo caso non sarà necessario aggiornarlo ogni giorno ma sarà sufficiente produrre una serie di contenuti fissi e guadagnare con il traffico. In questo caso ci sarà un continuo lavoro SEO perché non essendoci nuovi contenuti da mostrare sarà necessario principalmente attirare nuovi utenti che possano essere interessati a quel preciso argomento.

La scelta che riesce a scaturire un maggiore interesse sono i blog in wordpress perché è molto semplice, grazie anche a software aggiuntivi chiamati plugin, creare un ambiente professionale ma anche divertente. Vi sono poi le applicazioni web che permettono di creare dei siti statici completi in pochi minuti. Infine altro aspetto importante da valutare è la presenza di programmi di affiliazione per la nicchia scelta.

Affiliate Marketing: cerca il tuo programma di affiliazione più adatto alle tue necessità

Abbiamo già parlato delle varie opportunità che questo tipo di programma riesce a garantire ma è necessario, ora che abbiamo sviluppato alcuni argomenti importanti dell’Affiliate, fare un passo in più perché questa è un’operazione molto importante ma nello stesso tempo complicata.

È comunque caldamente consigliato studiare questo elemento perché sarà possibile ottenere delle migliori proposte. Abbiamo già visto i vari metodi di guadagno anche se è importante andare ad analizzare con maggiore dovizia di particolari le caratteristiche presenti. Oltre alla CPA, CPL, CPM e CPC ma anche il Clickbank e la vendita di prodotti. Vediamo quindi quali sono le caratteristiche che devono essere ricercate in questo tipo di pagamento:

  • Clickbank: la scelta migliore dev’essere la possibilità di avere almeno il 50% sugli introiti anche se è possibile arrivare anche al 60-65%. Importante inoltre è la scelta dei prodotti che, in base alla nicchia scelta, sono i più richiesti in modo da potersi garantire delle entrate abbastanza interessanti;
  • CPA: il cost per action non deve comprendere mai una commissione inferiore ad un dollaro, quasi tutte le compagnie che propongono le affiliazioni sono statunitensi quindi la valuta è il dollaro. È inoltre interessante notare che mediante questo particolare programma è possibile decidere in piena autonomia come procedere;
  • Vendita prodotti fisici: in questo caso è ancor più importante la quota su ogni vendita effettuata. In questo caso non è accettabile una quota non inferiore ai 45 – 50 euro poiché si ha a che fare quasi con una vendita diretta su prodotti che possono essere anche abbastanza costosi e ciò da una parte porta a guadagni di un certo livello ma potrebbero non essere venduti molti all’anno.

Non solo le piattaforme standard, scopriamo modi alternativi per l’affiliate marketing

Se tutte queste opzioni per guadagnare non sono riuscite a convincerti c’è ancora un’altra strada da prendere: procurati da solo i contratti. C’è la possibilità, infatti, di eliminare completamente gli intermediari e procurarsi i programmi di affiliazione direttamente dai venditori. In questo modo è possibile ottenere maggiori introiti perché le aziende sono propense ad offrire dei premi decisamente alti per ogni contratto andato a buon fine.

In questo modo sarà possibile ottenere dei guadagni decisamente più elevati rispetto ai metodi elencati in precedenza con la possibilità di avere la completa libertà di adoperare tutti i canali di cui si ha a disposizione. In teoria se si possiede una pagina Facebook con molti ed attivi utenti potrebbe non essere necessario creare un sito web.

Caso di studio:

Voglio mettere a frutto il mio sito o la mia pagina Facebook che tratta di hosting, parlo di questo argomento perché spesso le migliori offerte arrivano da questo settore. Non è necessario cercare piattaforme di affiliazione perché quasi tutte le compagnie che offrono hosting web hanno la loro sezione per l’affiliazione hosting.

La cosa ancora più interessante è rappresentata dal fatto che è possibile adoperare contemporaneamente vari codici di affiliazione in modo da massimizzare i guadagni. Andremo quindi a creare un comparatore dove verranno create una serie di recensioni in modo da invogliare gli utenti ad effettuare l’azione e farci guadagnare il denaro.

In fondo è quello che stiamo facendo qui, postando contenuti di questo tipo:

Affiliate Marketing Facebook

Devo prima cercare le nicchie, essendo un argomento abbastanza vasto, è possibile sceglierne alcune che possano essere, come già spiegato in precedenza, in grado di poter essere indicizzate con una buona velocità.

Quindi ho creato il sito con una sezione per le recensioni e una per le guide in modo da massimizzare la proprie opportunità di guadagnare con gli articoli. L’uso della pagina Facebook ed Instagram potrebbe essere più veloce anche se alla fine non è sufficiente solo far crescere la propria comunità ma fare in modo che essa sia vitale, due cose abbastanza differenti. Anche i forum possono essere molto utili per questo scopo anche se non vengono più molto utilizzati.

Affiliate Marketing Social: quando i social network sono un ottimo modo per aumentare le entrate

Abbiamo analizzato tutti o quasi tutti i modi per creare una buona entrata con questo metodo anche se è importante tenere presente che questo è un argomento molto dibattuto. Facebook ed Instagram sono due canali in grado di offrire delle entrate sufficienti da rendere realmente valida questa operazione?

Facebook Ads: quali sono i punti principali di questa

In primo luogo è necessario tenere presente che prima di ogni altra cosa è importante calcolare bene il denaro da investire nella campagna. Sulla piattaforma social di Zuckenberg bisogna calcolare con precisione quando andremo a spendere per la pubblicità. Ma Facebook riesce a garantire la possibilità di tracciare non solo il denaro investito ma anche il ritorno sugli investimenti. Vediamo quali sono i passi da seguire per ottenere una campagna di successo:

  • conversion rate: è la percentuale di conversione della pubblicità in vendite;
  • i guadagni per ogni lead: una volta che è stato definito l’andamento della conversione della pubblicità è necessario effettuare il prossimo passo e calcolare quanto ci si può aspettare da questa operazione. Nello specifico è possibile andare a determinare quanto è possibile guadagnare per ogni visita dalla campagna;
  • costo per lead: come accennato in precedenza è sempre opportuno, come per ogni campagna di lead marketing, prima di tutto stabilire una cifra massima da non superare, in base ai risultati che si vuole ottenere, probabilmente all’inizio piccoli budget per esplorare le varie opportunità quindi dopo aver trovato quella più promettente investire delle cifre più sostanziose.
Affiliate Marketing Ig Vs Fb

Instagram Ads poche parole ma tante immagini

L’altro social molto promettente per l’affiliate marketing è Instagram che riesce a garantire un ottimo livello visibilità. Naturalmente è necessario tenere presente che si sta parlando di una piattaforma completamente differente da quella che abbiamo visto prima quindi dovremo agire di conseguenza. In primo luogo non sono molto importanti le parole quindi tutto il nostro lavoro si dovrà concentrare sulle immagini. È però importante tenere presente che anche il social delle immagini necessita di un lavoro lato SEO in modo da poter migliorare la visualizzazione dei propri annunci.

Affiliate Marketing Instagram

Le regole SEO per Instagram possono forse essere differenti dal web ma solo altrettanto importanti

Prima di far partire la propria campagna marketing su questo social network sarà necessario effettuare del lavoro di posizionamento in modo da non rischiare di spendere del denaro senza avere successivamente un ritorno sull’investimento. Come vedremo tra poco il marketing per questo social non è molto Vediamo i passi principali da effettuare per compiere un buon lavoro:

  • usare il motore di ricerca: prima di tutto usa la parola chiave che è stata scelta per vedere quanto viene adoperata e soprattutto da chi. Quindi inserire la key nella barra di ricerca per trovare degli account famosi o importanti è un segnale importante;
  • come usare le parole chiave: in primo luogo è necessario modificare il proprio username inserendoci la keyword. Stesso discorso va fatto per la biografia. Prima di tutto dev’essere lunga inoltre contenere almeno un paio di volte la parola chiave;
  • hashtag come parola chiave: Instagram ha uno strumento in più quando si parla di ottimizzazione perché possono essere, se ben adoperate, molto utili per mettere il più possibile in risalto la propria campagna. Un consiglio è la scelta di quelli più efficaci per la nicchia scelta;
  • caption molto accattivanti: sebbene le immagini siano un elemento molto importante è altresì necessario pensare al testo. Non è necessario scrivere dei romanzi anzi poche parole ma che abbiano un certo mordente. Gli ingredienti sono tre: parola chiave, persuasività ed in grado di informare rispetto al prodotto che si sta vendendo;
  • non dimenticatevi del testo alternativo: questo è un trucchetto abbastanza interessante ma che non tutti conoscono bene. È possibile creare del testo alternativo che deve essere inserito per migliorare il posizionamento. In primo luogo personalizza l’alt text quando si pubblica un’immagine inserendo una o più key appartenenti alla medesima categoria. Per far ciò è necessario andare nella schermata dove avviene la pubblicazione quindi cliccare su impostazioni avanzate quindi accessibilità e scrivi testo alternativo ;
  • tag e condivisioni: questi due elementi possono essere considerati come i backlink per la SEO ciò significa che avere quante più condivisioni è possibile significa ottenere una maggiore autorevolezza. I tag aiutano a farsi conoscere al meglio perché è un ottimo modo di farsi pubblicità senza dover spendere. Anche in questo caso, come si dice spesso, “il contenuto è il re”.

L’affiliate marketing su Instagram: teniamo sotto controllo i risultati

Dopo aver concluso tutte queste operazioni quindi non dobbiamo fare altro che aspettare i giusti risultati del proprio lavoro. E’ il medesimo lavoro che viene effettuato dai SEO quando procedono con le loro attività tenendo presente comunque che non sempre si indovina la campagna immediatamente. Questi tipo di lavoro sia esso SEO o Affiliate Marketing è molto lungo e complicato quindi è necessario portare molta pazienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *