Skip to main content

Aruba: una recensione a 360 gradi

In questo nuovissimo articolo esclusivo di Hosting&Server vogliamo parlarvi di tutto ciò che c’è da sapere riguardo Aruba, uno dei più importanti e conosciuti provider in Italia di servizi di hosting e server. Nel corso degli ultimi anni, Aruba.it si è impegnata ad eseguire delle operazioni di aggiornamento del proprio sito web in maniera tale da allinearsi sempre di più ad uno stile grafico e ai servizi offerti in maniera da essere alla pari con tutti gli altri competitors, sia in Italia che all’Estero.

Aruba.it è considerato da molti uno dei migliori, se non addirittura proprio il migliore, dei provider disponibili in Italia, ma è tutto oro quello che luccica? In questa recensione ci soffermeremo ad evidenziare, nella maniera più oggettiva possibile ma comunque stando alle nostre esperienze personali, sia i fattori negativi che i fattori positivi di questo hosting.

Servizi e prezzi offerti da Aruba

Navigando all’interno del sito web di Aruba possiamo subito notare come questo provider offra una pletora di servizi volti a coprire la maggior parte delle esigenze di chi si occupa di sviluppo web e dei relativi clienti: hosting e domini, PEC, soluzioni in cloud, datacenter e molto altro sono soltanto alcune delle caratteristiche a cui si può accedere. Questa vasta gamma di campi ricoperti va senz’altro considerata come un PRO di questo provider.

Per quanto riguarda i prezzi, possiamo sicuramente dire che non sono i più economici disponibili sul mercato, ma allo stesso tempo non sono neanche i più esosi. Che cosa significa questo per la precisione?

Mentre stiamo scrivendo questo articolo, ad esempio, esaminando la pagina dei Pacchetti Hosting Windows & Linux, notiamo un’offerta a partire di 29,99€ + IVA all’anno sia per il pacchetto Windows che per il pacchetto Linux, che di per sé non è male a fronte delle garanzie offerte, tuttavia è soltanto per un periodo di tempo limitato, prima di ritornare ad un prezzo standard minimo di 50,00 € + IVA all’anno.

Offerta Aruba

 

Al di là di questo, però, è vantaggioso sapere che il dominio è incluso nel prezzo dell’offerta così come le caselle email, lo spazio disco e il volume di traffico sono illimitati.

Sia chiaro: ci sono altri servizi che offrono anche di più ad un prezzo annuale nettamente inferiore, ma secondo la nostra opinione Aruba spinge molto su due fronti da non sottovalutare:

  • Un’assistenza sempre inclusa, sia telefonica che via ticket (continuate a leggere per scoprirne i PRO e i CONTRO)
  • Un ottimo uptime, che è stato frutto di disservizi durante eventi rarissimi come ad esempio l’incendio della Server Farm che avvenne il 29 Aprile del 2011 o durante episodi minori. Per casi come questi, però, non ci sembra giusto esprimere un giudizio negativo, perché purtroppo eventi come questi possono sempre succedere in qualsiasi momento. Un altro PRO.

Pannello e strumenti messi a disposizione da Aruba

Veniamo ora ad una delle cose che più ha influito sulla nostra esperienza personale col passare degli anni: il pannello di controllo e gli strumenti messi a disposizione di Aruba. Su questo bisogna dirla tutta: anche se è da apprezzare l’upgrade estetico e strutturale che Aruba ha avuto nell’ultimo periodo, è sicuramente un CONTRO di questo provider il fatto che per servizi standard come l’hosting il pannello di amministrazione (realizzato ad-hoc) sia rimasto sempre uguale con il passare degli anni, non eguagliando quindi in alcun caso la disarmante facilità d’uso, velocità ed intuitività di altri servizi come cPanel e simili. Analizziamone qualche dettaglio:

  • Ci sono molte funzioni messe a disposizione per il cliente, ma molte di esse sono difficilmente raggiungibili a causa di un layout del pannello ormai datato;
  • Solo ultimamente è stato implementato il Softaculous Application Installer, per l’installazione di CMS e Web Apps in maniera rapida, ma fino a poco tempo fa era necessario utilizzare un servizio proprietario che era davvero molto poco intuitivo e non permetteva di fare molte cose, tra cui installare un CMS come WordPress nella root del proprio dominio, ma soltanto in una sottocartella.
  • Riteniamo che sia un pò scomodo il non poter scegliere liberamente il nome dei propri database acquistando il servizio MySQL.
  • Ci sono altri fattori negativi che, seppur di minor importanza, non ci sentiamo comunque di escludere nell’ambito di questa valutazione.

Aruba Database

Insomma, seppur alla fine dei conti funzioni a dovere, l’area clienti di Aruba andrebbe sicuramente rivista e speriamo che il provider si stia attrezzando a fornire una soluzione più efficace ed organizzata per i clienti attuali e futuri: su questo non ci piove.

Assistenza Aruba Telefonica / Ticket ed organizzazione

Nelle operazioni di ammodernamento di Aruba troviamo un nuovo design anche per la pagina di Assistenza che ci espone immediatamente come possiamo contattare un operatore ed ottenere aiuto. Per noi l’assistenza di Aruba ha sia dei PRO che dei CONTRO, che vogliamo esporvi per comodità sotto forma di elenco:

  • PRO: assistenza telefonica veloce ed abbastanza efficiente. Molto spesso, durante le nostre chiamate, abbiamo dovuto attendere davvero poco prima che un operatore ci rispondesse.
  • PRO: le FAQ sono davvero complete e molto ben organizzate e questo permette ai clienti di trovare autonomamente una soluzione senza necessità di attendere un operatore.

Assistenza Aruba


  • CONTRO: assistenza via ticket più lenta rispetto alla concorrenza. Ci sono state diverse occasioni in cui abbiamo dovuto sollecitare più volte il provider prima di ottenere una risposta, portandoci quindi a preferire fare una chiamata piuttosto che scrivere un messaggio.

  • CONTRO: all’interno di alcune zone del sito di assistenza dovrebbe essere presente una Live Chat, in cui però molto raramente abbiamo trovato degli operatori disponibili. Ci chiediamo in tutta onestà il senso della sua implementazione se poi non viene sfruttata a dovere.
  • CONTRO: troppe, davvero TROPPE scartoffie. Una delle cose che ci piace di meno di Aruba è il fatto che molte operazioni possono essere portate a conclusione soltanto dopo aver stampato, compilato e poi inviato via fax o via email determinati moduli, mentre per molti altri provider il tutto avviene in maniera molto più veloce e soprattutto digitale. Anche su questo punto, siamo sicuri che Aruba abbia bisogno di aggiornarsi il più in fretta possibile, in quanto i suoi competitors già adottano delle procedure che riteniamo siano migliori e che non ci hanno mai fatto perdere più di qualche minuto.

Verdetto per Aruba

Come avrete senz’altro capito, per poter scrivere una recensione a 360 gradi su Aruba ricoprendo nel dettaglio ogni singolo servizio offerto dovremmo star qui a parlare per ore e ore: per questo motivo, abbiamo deciso di analizzare genericamente un pò tutti gli aspetti in modo da poter dare alla fine un giusto verdetto.

Su una scala da 1 a 10, ci sentiamo quindi di dare un 7,5/10 a questo provider, in quanto grazie ai numerosi servizi offerti e la qualità degli stessi spicca sicuramente al di sopra di tante altre soluzioni proposte sul web, ma il fatto che sotto alcuni aspetti sia ancora poco aggiornato influisce non poco sull’esperienza finale dell’utente e potrebbe portarlo quindi a scegliere offerte migliori.

Ci auguriamo con tutto il cuore che questa piccola, grande falla di questo ormai epocale provider venga “corretta”, per usare un termine del gergo informatico, nel più breve tempo possibile.

Mentre vi ringraziamo per aver letto questo articolo, saremmo felici inoltre di ascoltare anche le vostre opinioni: cosa ne pensate di Aruba? Lo avete mai provato? Parlatecene nei commenti!

 

 

2 thoughts on “Aruba: una recensione a 360 gradi

  1. Siete stati troppo generosi. Dopo anni di esperienza darei un voto decisamente inferiore.
    Assistenza inesistente: ho un ticket aperto da 5 giorni senza risposta e al customer care l’unica cosa che mi hanno detto è di sollecitare e aspettare ancora (però è vero, ho aspettato poco per avere questa utilissima risposta…).
    Gestione delle utenze macchinosa.
    Chiarezza del pannello di amministrazione scarsa.
    Il processo di trasferimento di un dominio è sempre “misteriosamente” complicato rispetto ad altri provider.
    E’ il tipo hosting che viene scelto da chi non ha esperienza, e ha solo bisogno di registrare un dominio a poco prezzo.
    Chi ci lavora davvero con questi servizi lo troverà inaccettabile.

    1. La ringrazio per il commento. Noi consigliamo a tutti i nostri utenti SupportHost.it che è il servizio a cui ci siamo appoggiati per questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *